L’ha inseguito in auto e poi bloccato, riuscendo alla fine a consegnarlo ai carabinieri.

arresto-ladroCosì, qualche giorno fà, in provincia di Frosinone, un membro di una famiglia di cinesi titolari di un bar e della vicina sala slot, si è in pratica fatto giustizia da solo: a farne le spese è stato un ladro albanese che, insieme a un complice, in pieno giorno gli stava rubando soldi da un cambiamonete collocato nel locale, tentando poi anche di svaligiare una slot machine.

Erano le 15:00 circa e la sala era chiusa per l’orario di pranzo con la sola porta principale chiusa a chiave e quindi senza saracinesca abbassata. I ladri ci avrebbero messo ben poco a scassinare la serratura ed entrare nel locale. Tempo 5 minuti che il titolare era davanti al suo locale inveendo contro i due malfattori.

I due malviventi si erano divisi i compiti. Uno doveva entrare nella sala slot e riempirsi le tasche di soldi prelevandoli dal cambiamonete. L’altro invece doveva aspettare fuori in auto. Nessuno dei due, però, si aspettava la reazione di un cinese che, avvisato da una parente di cosa stava succedendo, è entrato in azione dando vita a un inseguimento in auto che si è concluso dopo ben 2 ore.

Ad un certo punto i due albanesi hanno abbandonato l’auto in una zona collinare in periferia per disperdersi a piedi tra i vicoli. Ma il cinese è riuscito con la forza a bloccare uno dei due ladri albanesi e a consegnarlo ai carabinieri del posto.

Non era la prima volta che i due albanesi si facevano vedere nella sala slot e anche nel bar vicino, di proprietà della stessa famiglia di cinesi. Secondo questi ultimi i due malviventi, probabilmente dopo aver studiato il posto, erano già entrati in azione due giorni prima, utilizzando un particolare stratagemma: con una tessera magnetica erano già riusciti a prelevare soldi dalla Slot Book Of Ra.